Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti

Nell'ampio contesto dell'iniziativa legata alla Giornata Europea dei Giusti, anche la Fondazione Filosofi Lungo l'Oglio ha voluto portare il messaggio promosso dell'ente internazionale in città.

Pubblicato in Rassegna stampa

Al parco De Gasperi la cerimonia nel ricordo dell'impegno antifascista.

È la capitale del Giardino dei Giusti. Qui, al parco Alcide De Gasperi di Orzinuovi, la prof. Francesca Nodari iniziò a coltivare l'albero dei Giusti nel 2015, l'albero di coloro che aiutarono a salvarsi e vivere donne, bambini, uomini ebrei in cambio di una soddisfazione morale per onorare la propria coscienza, per sentirsi a posto.

Pubblicato in Rassegna stampa

Dal partigiano Astolfo Lunardi, fucilato il 6 febbraio del 1944 al poligono di Mompiano, al rabbino Giuseppe Laras, figlio della Shoah e figura chiave nella costruzione del dialogo ebraico-cristiano nel nostro Paese; dai premi Nobel per la pace Lech Walesa e Nadia Murad a Don Pino Puglisi, ucciso a Palermo dalla mafia per "silenziare" il suo costante impegno evangelico e sociale nel difficile quartiere di Brancaccio.

Pubblicato in Rassegna stampa
Martedì, 19 Febbraio 2019 00:08

Walesa, Laras e Foa celebrati fra i Giusti

Tre date e tre luoghi per celebrare sul territorio bresciano la VII Giornata Europea dei Giusti, ricorrenza che non è più circoscritta alla Shoah, ma vuole ricordare coloro che in tutti i genocidi e totalitarismi del '900 e non solo si sono prodigati per difendere la dignità umana.

Pubblicato in Rassegna stampa

Collocazione perfetta, i Giusti nella sala dei Giudici in Loggia. I Giusti sono i nemici della neutralità, chi rischiò la vita per salvare un ebreo condannato a morte dal nazifascismo ed ora, ha spiegato ieri Francesca Nodari, presidente dei Filosofi lungo l'Oglio, attrice di questo rilancio di una festa contro il male, per la settima volta, i Giusti contro tutti i genocidi, i totalitarismi. I Giusti vengono «piantati» in un parco ed ogni anno curati dalla memoria dei non neutrali.

Pubblicato in Rassegna stampa

BORGO SAN GIACOMO (stg) Un duplice appuntamento, a cavallo della Giornata della Memoria, racconterà la storia delle sorelle Silbermann. Fuggite dalla Polonia verso Milano, con le leggi razziali furono costrette al confino tra Borgo San Giacomo e Orzinuovi; da lì, per mano delle Orsoline, trovarono protezione a Brescia.

Pubblicato in Rassegna stampa