Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

Giovedì, 06 Giugno 2013 23:15

Edoardo Boncinelli

La percezione degli altri

«A causa di una particolare debolezza della natura umana si attribuisce, in genere, soverchia impor- tanza a ciò che uno rappresenta, vale a dire a ciò che noi siamo nell’opinione altrui; anche se, per poco che rifettessimo, comprenderemmo che ciò non è, in sé, rilevante ai fni della nostra felicità». A. Schopenhauer, Di ciò che uno rappresenta

ore 21:15 - Palazzo Martinengo via Martinengo, 15
Orzivecchi (Bs)
(in caso di pioggia presso Chiesa SS. Pietro e Paolo sita nella medesima via)

Lunedì, 10 Giugno 2013 23:15

Vanni Codeluppi

Vivere nell’era dello schermo

«È assolutamente evidente che l’arte del cinema si ispira alla vita, mentre la vita si ispira alla televi- sione». Woody Allen

ore 21:15 - Relais Franciacorta
via Manzoni, 29 - Colombaro di Corte Franca (Bs)

Per chi volesse aderire all'aperitivo prima della lectio magistralis ecco le info QUI.

Venerdì, 14 Giugno 2013 23:15

Marc Augé

L’uno e l’altro,
gli uni e gli altri

«[…] Possiamo dire che c’è un’universalità dell’uomo; ma essa non è data, essa è perpetuamente costruita. Io costruisco l’universale scegliendomi, lo costruisco comprendendo il progetto di ogni altro uomo, di qualunque epoca egli sia. Questo assoluto della scelta non sopprime la relatività di ciascuna epoca». J.-P. Sartre, L’esistenzialismo è un umanismo

ore 21:15 - Chiesa S. Maria del Carmine
Contrada del Carmine - Brescia

ore 18:00 - Cerimonia di proclamazione del vincitore
della II edizione del Premio Internazionale
di Filosofia/Filosofi Lungo L’Oglio.
Un libro per il presente

Aula Magna, Centro Pastorale Paolo VI,
via Gezio Calini, 30 - Brescia

Martedì, 18 Giugno 2013 23:15

Duccio Demetrio

Il prossimo che è in noi:
la memoria come condivisione

«La materia, in quanto estesa nello spazio, deve essere defnita, a nostro avviso, un presente che ricomincia incessantemente, e, inversamente, il nostro presente è la materialità stessa della nostra esistenza, cioè un insieme di sensazioni e di movimenti, e nient’altro che questo. E questo insieme è determinato, unico per ciascun momento della durata, proprio perché sensazioni e movimenti occupano i luoghi dello spazio e perché, nello stesso luogo, non ci possono essere più cose contem- poraneamente». H. Bergson, Materia e memoria

ore 21:15 - Cortile delle Scuole Elementari Padre Luigi Andeni
via Roma, 31 - Barbariga (Bs) (in caso di pioggia presso la Chiesa SS. Vito, Modesto e Crescenzia sita nella medesima via)

Sabato, 22 Giugno 2013 23:00

Massimo Donà

Alterità e trinità

«Nel quinto libro [… ] ho dimostrato che non tutto ciò che si dice di Dio lo si dice sotto l’aspetto della sostanza come quando lo si aferma buono e grande e gli si danno altri simili attributi. Si dice anche sotto l’aspetto della relazione, ossia non rispetto a quello che è in se stesso, bensì rispetto a qualcosa che non è l’assoluto in Dio; per esempio quando si dice Padre in relazione al Figlio o si dice Signore in relazione alle creature che lo servono». Agostino, De Trinitate

ore 21:15 - Ex cimitero napoleonico, via Pieve - Ostiano (Cr)
(in caso di pioggia presso Teatro Gonzaga, sito in via Castello)

Lunedì, 24 Giugno 2013 02:00

Umberto Curi

Lo straniero che ci abita

«Da così lungo tempo […] è negli uomini connaturato questo amore, che li spinge gli uni verso gli altri, e che, mirando a restaurare l’antico essere nostro, tenta di fare di due uno e risanare la natura umana. Per modo che ciascuno di noi è come una mezza tessera [anthropou symbolon], spaccato come le sogliole, e d’uno fatto due». Platone, Simposio

ore 21:15 - Villa Toninelli, via IV novembre Brandico (Bs)
(in caso di pioggia presso Chiesa S. Maria Maddalena sita nella medesima via)

Martedì, 25 Giugno 2013 23:00

Giuseppe Girgenti

Socrate e Alcibiade: Conosci te stesso nel dialogo con l’altro

«La conoscenza è conoscenza di un dato, di una cosa che si disconosce e si abbandona allo sguar- do, mentre conoscere che ci si conosce presuppone una situazione nuova – guardare uno sguardo. È guardare ciò che non si abbandona, non si libera, ma che vi mira – è precisamente guardare un volto».E. Levinas, Lo Scritto e l’Orale

ore 21:15 - Fondazione Morcelli Repossi
Via Bernardino Varisco, 9 - Chiari (Bs)
(in caso di pioggia presso il Salone Marchettiano, via Ospedale Vecchio, 6)

Mercoledì, 26 Giugno 2013 23:00

Massimo Cacciari

Il prossimo e il nemico

«Ma a voi che ascoltate, io dico: Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, pregate per coloro che vi maltrattano. A chi ti percuote sulla guancia, porgi anche l’altra; a chi ti leva i man- tello, non rifutare la tunica. Da’ a chiunque ti chiede; e a chi prende del tuo, non richiederlo. Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro». Lc 6, 27-31

ore 21:15 - Hotel Iseolago, Sala Franciacorta, via Colombera 2/C - ISEO (Bs)

Domenica, 30 Giugno 2013 23:00

Francesca Rigotti

Gli altri: inferno o paradiso?

«E l’altro, come sguardo, non è che questo: la mia trascendenza trascesa».J. P. Sartre, L’Essere e il Nulla

ore 21:15 - Corte Margherita, via Curzio Corzano (Bs)
(in caso di pioggia presso la Chiesa Parrocchiale S. Martino Vescovo sita nella medesima via)

Mercoledì, 03 Luglio 2013 23:00

Remo Bodei

Immaginare altre vite

«Tutti i possibili, tutto ciò che esprime l’essenza o la realtà possibile, tendono in pari diritto all’e- sistenza». Leibniz, L’origine radicale delle cose

Modererà l’incontro Tonino Zana, inviato speciale del «Giornale di Brescia» Auditorium San Fedele

ore 21:15 - Piazza Zamara - Palazzolo sull’Oglio (Bs)

Martedì, 09 Luglio 2013 23:00

Salvatore Natoli

Fai agli altri quello che vorresti fosse fatto a te. Meditazione sulla regola aurea

«La giustizia, sola tra le virtù, pare essere un bene per gli altri, perché è rivolta al prossimo, infatti il giusto compie azioni utili all’altro, sia esso governante o un cittadino comune. Come l’uomo peg- giore di tutti è colui che esercita la sua cattiveria sia verso se stesso sia verso gli amici, così il migliore non è colui che esercita la sua virtù in relazione a se stesso, ma colui che lo fa in relazione all’altro».Aristotele, Etica Nicomachea

ore 21:15 - Azienda Le Vittorie, 11
Villachiara (BS)

Giovedì, 11 Luglio 2013 23:00

Adriano Fabris

Voglia di comunità

«All’inizio è la relazione: categoria dell’essere, disponibilità, forma che comprende, modello dell’a- nima; all’inizio è l’ a priori della relazione, il tu innato».M. Buber, Io e tu

ore 21:15 - Chiesa S. Maria delle Grazie
via F. Galantino - Soncino (Cr)

Sabato, 13 Luglio 2013 23:15

Stefano Semplici

I diritti umani: baluardo della
diversità o imperialismo morale?

«Homo sacer è la principale categoria di rifuti umani creati nel corso della moderna produzione di spazi sovrani ordinati».Z. Bauman, Vite di scarto

ore 21:15 - Cortile della Pieve di S. Maria Maggiore, via Castello - Erbusco (Bs)
(in caso di pioggia presso Chiesa S. Maria Assunta sita nella medesima via)

Lunedì, 15 Luglio 2013 02:00

Bernhard Casper

Sui diversi modi di interpretare e vivere la tolleranza

«Rivestitevi dunque, come amati di Dio, santi e diletti, di sentimenti di misericordia, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di pazienza; sopportandovi a vicenda e perdonandovi scambievolmente».Col 3, 12-13

ore 21:15 - Biblioteca comunale Cesare Cantù
Corso Silvio Bonomelli, 37 - Rovato (Bs)
(in caso di pioggia Teatro San Carlo, via Castello, 32)

Mercoledì, 17 Luglio 2013 23:00

Bernhard Casper

Sulla “Salita al Calvario” di Civerchio a Travagliato. La sua portata per il patrimonio culturale e spirituale della città.

ore 21:15 - Chiesa Parrocchiale di SS. Pietro e Paolo
via Marsala, 1 - Travagliato(Bs)

Domenica, 21 Luglio 2013 02:00

Maria Rita Parsi

La fine della solitudine

«A poco a poco comincio a capire il più universale difetto del nostro tipo di formazione e di educa- zione: nessuno impara, nessuno tende, nessuno insegna – a sopportare la solitudine»F. Nietzsche, Aurora

ore 21:15 - Piazza Vittorio Emanuele II, Orzinuovi (Bs)
(in caso di pioggia presso Chiesa S. Maria Assunta sita nella medesima piazza)

Giovedì, 25 Luglio 2013 23:00

Piero Coda

Se Dio è un noi – e noi?

«Quando furono vicini al villaggio dove erano diretti, egli fece come se dovesse andare più lontano. Ma essi insistettero: “Resta con noi perché si fa sera e il giorno già volge al declino”. Egli entrò per rimanere con loro. Quando fu a tavola con loro mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le Scritture?”, prese il pane, disse la benedizione, lo spezzò e lo diede loro. Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero. Ma lui sparì dalla loro vista. Ed essi dissero l’un l’altro: “Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le Scritture?” ». Lc 24, 28-32

ore 21:15 - Piazzetta Pavoni - Castrezzato (Bs)
(in caso di pioggia Teatro dell’Oratorio Pio XI, via A. Gatti, 28)


INFO & CONTATTI

  • Fondazione Filosofi lungo l'Oglio
  • via Vittorie 11 - 25030 Villachiara (BS) ITALIA
  • P.IVA: 03699330985

NEWSLETTER