Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti
Mercoledì, 03 Febbraio 2016 17:29

A Chiari «Donne e Shoah» apre con Anna Foa

Scritto da Corriere della Sera ed. Brescia

Fare memoria significa proprio il contrario dei martirologi che rischiano di non comunicare più nulla. Proprio questo si propone il Festival organizzato da Filosofi lungo l'Oglio, che inaugura questa sera (ore 20.45) nel Salone Marchettiano di Chiari la sua V edizione.

Sul tema "Le donne e la Shoah: è possibile un discorso di genere?" interviene Anna Foa (nella foto), docente di storia moderna, figlia del celebre Vittorio (giornalista, scrittore blegato a "Giustizia e Libertà", poi al "Partito d'Azione") e Lisetta Giua. Nata nel 1945, la Foa (il suo bisnonno era rabbino-capo di Torino) si è "convertita" formalmente dopo i 40 anni, a seguito di un lungo periodo di approfondimento dei sacri testi. E' la prima donna ebrea a scrivere per l'Osservatore romano. Ingresso libero. (n.d.)

PARTNER

WEALT ADVISOR
Giuseppe Lanzanova
Banca mediolanum

Con il Patrocinio di

INFO & CONTATTI

  • Fondazione Filosofi lungo l'Oglio
  • via Vittorie 11 - 25030 Villachiara (BS) ITALIA
  • P.IVA: 03699330985

NEWSLETTER