Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti
Sabato, 22 Giugno 2013 14:00

Alterità e Trinità con Massimo Donà

Scritto da Elia Zuppelli - Bresciaoggi
Massimo Donà Massimo Donà

Per il peregrinaggio estivo dei «Filosofi lungo l'Oglio» - rassegna diretta da Francesca Nodari, quest'anno all'ottava edizione - è tempo di fare scalo in terra cremonese.

A Ostiano, per la precisione: dove stasera alle 21.15 all'ex cimitero napoleonico di via Pieve (in caso di pioggia ci si trasferisce al Teatro Gonzaga), a tenere banco ci penserà il filosofo Massimo Donà, con una relazione su «Alterità e trinità». Veneziano classe 1957, dopo essersi laureato con Emanuele Severino alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Universita di Venezia, Donà inizia a pubblicare saggi per riviste e volumi collettanei. A partire dalla fine degli anni '80 collabora con Massimo Cacciari e coordina per anni i seminari dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Venezia, iniziando la sua collaborazione con la rivista di «Architettura Anfione-Zeto», della quale dirige ancora oggi la rubrica «Theorein». In quello stesso periodo fonda con Massimo Cacciari e Romano Gasparotti la rivista «Paradosso».

Negli anni '90 Massimo Donà insegna Estetica all'Accademia di Belle Aiti di Venezia, diventando professore ordinario di Teoretica alla Facoltà di Filosofia dell' Università Vita-Salute del San Raffaele di Milano. E' inoltre curatore, sempre con Romano Gasparotti e Massimo Cacciari, dell'opera postuma di Andrea Emo; forte di una produzione letteraria sterminata, continua a collaborare con numerose riviste, settimanali e quotidiani. Esperienze che Donà accompagna da sempre con l'altra sua grande passione: il jazz, che negli anni l'ha visto pubblicare diversi dischi ed esibirsi in jam session al fianco di nomi miliari del genere come Dizzy Gillespie, Marion Brown, Dexter Gordon.


INFO & CONTATTI

  • Fondazione Filosofi lungo l'Oglio
  • via Vittorie 11 - 25030 Villachiara (BS) ITALIA
  • P.IVA: 03699330985

NEWSLETTER