Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti
Giovedì, 22 Febbraio 2018 02:34

Migranti. Gualzetti (Caritas): «Non diventino capro espiatorio»

Scritto da Alessandro Zaccuri - Avvenire
Luciano Gualzetti - direttore di caritas Ambrosiana Luciano Gualzetti - direttore di caritas Ambrosiana

Immigrazione come risorsa e come incontro di culture non solo di istanze sociali. Anche perché «C'è una narrazione che attribuisce all'arrivo degli stranieri la diffusione di un sentimento di paura. Non è così.

Questo è spesso usato solo come un alibi". Così ieri mattina il direttore di Caritas Ambrosiana, Luciano Gualzetti, alla presentazione del Festival dell'Ascolto dedicato al tema delle disuguaglianze, promosso dalla Fondazione Filosofi Lungo l'Oglio. «Le nostre comunità vivono da tempo, ben prima degli ultimi flussi migratori, un disorientamento, la cui causa risiede nell'impoverimento generale, nella perdita di lavoro, nella preoccupazione per il futuro dei giovani", ha spiegato ancora Gualzetti, secondo cui «per superare questa situazione non bisogna criminalizzare gli immigrati, utilizzandoli come un capro espiatorio» ma «occorre mettere al centro proprio i diritti dei più deboli». Il Festival dell'Ascolto è promosso dalla Fondazione Filosofi lungo l'Oglio in collaborazione con il Centro Culturale Novecentonovantanove e con i Comuni di Milano, Cesareo Boscone, San Donato e Gorgonzola, la Fondazione Casa della Carità "Angelo Abriani", la Caritas Ambrosiana e la Caritas Diocesana di Brescia.

PARTNER

WEALT ADVISOR
Giuseppe Lanzanova
Banca mediolanum

Con il Patrocinio di

INFO & CONTATTI

  • Fondazione Filosofi lungo l'Oglio
  • via Vittorie 11 - 25030 Villachiara (BS) ITALIA
  • P.IVA: 03699330985

NEWSLETTER