Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

Quest'anno si è svolta la sesta edizione del Festival “Filosofi lungo l'Oglio”, incentrato sull'affascinante e complesso tema della felicità, a organizzarlo la bravissima Francesca Nodari.Un progetto rivolto a tutti e a cui i giovani hanno dato una grandissima risposta. Ciascuno, me compreso alla ricerca di un “senso”, di una maggiore fetta di cibo per la mente: la cultura.
Nove modi di dire il «corpo» trac ascine, ville, corti, castelli, sinagoghe.Sièchiusanei giorni scorsi con un bilancio ampiamente positivo la quinta edizione del Festival «Filosofi lungo l'Oglio», dedicata al tema del corpo e promossa dall' omonima associazione con il sostegnodi diversi enti pubblici e sponsor privati.
L'ultimo appuntamento a Castrezzato. L'ordinario di filosofia morale all'università di Pisa parla di felicità e vecchiaia ORZINUOVI- Stasera, a Castrezzato, alle ore 21.15, l'ultimo appuntamento con la sesta edizione del Festival Filosofi lungo l'Oglio, il tour culturale firmato dall'orceana Francesca Nodari che in poco più di un lustro è riuscita ad elevare questa manifestazione filosofica al livello internazionale, incassando l'adesione di migliaia di spettatori.
Giovedì, 22 Luglio 2010 05:29

Quel corpo «quasi morto» separato dal cervello

Scritto da
Con un intervento tra scienza ed etica, Paolo Becchi ha chiuso il festival «Filosofi lungo l' Oglio» Alla fine doveva arrivare. La morte, ombra di ogni discorso sul corpo, è stata più volte evocata al festival «Filosofi lungo l'Oglio» che proprio al tema del corpo ha dedicato nove incontri: l’ultimo martedì sera, nel parco di Villa Feltrinelli a Gerolanuova di Pompiano. Diversi relatori, nel corpo della manifestazione, hanno riflettuto sull’ambizione della scienza di creare un «corpo immortale». L’intervento conclusivo, affidato a Paolo Becchi, ha posto invece al centro il «corpo morto». O meglio, «quasi morto», perché i progressi in campo medico hanno fatto sì che sulla definizione del confine esatto tra vita e morte si sviluppino da tempo accesi dibattiti. La discussione non è mancata nemmeno l’altra sera, sollecitata dalle opinioni, tutt’altro che concilianti, espresse da Becchi sul tema della morte cerebrale.
Pagina 223 di 228

PARTNER

WEALT ADVISOR
Giuseppe Lanzanova
Banca mediolanum

Con il Patrocinio di

INFO & CONTATTI

  • Fondazione Filosofi lungo l'Oglio
  • via Vittorie 11 - 25030 Villachiara (BS) ITALIA
  • P.IVA: 03699330985

NEWSLETTER