Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti
Giovedì, 20 Dicembre 2012 01:00

Filosofi lungo l'Oglio pronto il nuovo volume

A pochi mesi dalla conclusione della settima edizione del Festival Filosofi lungo l'Oglio, che ha ospitato relatori d'eccezione, registrando un'affluenza sorprendente di pubblico, che è andata oltre le più rosee aspettative, attestandosi a 10.500 presenze, domani, alle 20.45, nella Rocca San Giorgio, in Piazza Garibaldi a Orzinuovi, la presentazione del V volume della Collana «Filosofi lungo l'Oglio» (dopo Vizi e virtù 2008, Destino 2009, Corpo 2010, Felicità 2011). Il testo intitolato Dignità (pp. 424, 17 euro) - ospita i saggi di Andrea Tagliapietra, Marc Augè, Giovanni Ghiselli, Maria Rita Parsi, Paolo Becchi, Luigi Zoja, Massimo Donà, Eberhard Schockenoff, Marco Vannini, Remo Bodei, Bernhard Casper, Michela Marzano, Salvatore Natoli, Stefano Semplici, Piero Coda.

Il volume, a cura di Francesca Nodari, è edito da Massetti Rodella Editori. Ospite d'eccezione dell'incontro è Salvatore Natoli, padrino del Festival, cittadino onorario di Villachiara e membro del Comitato scientifico della manifestazione.
Interverranno, inoltre, Ilario Bertoletti, direttore editoriale Morcelliana e La Scuola e il direttore scientifico del Festival, Francesca Nodari. Modererà l'incontro Tonino Zana.

«Come è tradizione - dichiara Francesca Nodari - arriva il testo che raccoglie gli interventi dei relatori succedutisi nel corso della scorsa edizione di questo Simposio di Pensiero e di Parole. Un'occasione che si conferma come un'opportunità di confronto e di scambio reciproco e che fa da preambolo al fitto calendario dell'agenda 2013. Sarà anche l'occasione per un ulteriore confronto con Salvatore Natoli e la sua lucida lettura della realtà dei nostri giorni».

Pubblicato in Rassegna stampa
Mercoledì, 19 Dicembre 2012 01:00

Orzinuovi Natale colorato in Rocca

Paolo Petrò, Sergio Plevani, un libro, rispettivamente un centinaio di dipinti di realismo sostenuto e in parte metafisico e un centinaio dell’epopea naif, con opere di collezionisti di razza. Poi un testo di Plevani. Mentre passano domani i filosofi di Francesca Nodari, con un convegno deluxe,con le luminarie a stelle intermittenti della grande piazza che rimbalzano sulla statua di Garibaldi e sfrecciano, semaforicamente, nei finestroni e nei pertugi delle merlature, tra il garrire delle quattro bandiere lassù in cima al castello di Orzinuovi, mentre si attende di regolare un orologio stanco ma bello, calano alla Rocca per le feste di Natale, diversi eventi culturali,due mostre di pittura e un libro, tutto ben legato come un pacco natalizio, di qualità.

Molto e bello, non di quelle mostre tanto per farle. Alla Rocca di Orzinuovi, inun colpo solo, da questo venerdì 21 dicembre, inaugurazione alle 17.30, presente il sindaco di Orzinuovi, Andrea Ratti, Petrò presenzierà alla sua antologica, (aperta fino al7 gennaio). Lui è artista di vaglia e di bravura non solo bresciana e lombarda, a cui capita spesso di essere invitato in giro per il mondo. E a chi non sa e non ha incrociato uno dei dieci suoi cataloghi sostanziosi, un invito allo studio e al rispetto. Soprattutto, un invito a visitare i musei in cui l’opera di Petrò stanzia. Petrò, alla Roccadi Orzinuovi, si accompagna a una cinquantina di dipinti ricchi di cromatismi apprezzati già da Repossi e da quelli là che furono direttori e docenti di Brera. Accanto a lui, Sergio Plevani, presidente della Gymnasium, l’associazione a scopo benefico che distribuisce borse di studio a chi è bravo e fa fatica economicamente. Plevani e i suoi amici sono collezionisti di opere naif, mica il naif del mercatino di quarta segata, qui si tratta di naif nazionali e internazionali le cui firme entrano nei libri d’arte. Per gli amanti del noir malfidente e frustrato è meglio si sappia che eventuale ricavo per la vendita del libro e dell’opera sarà per i bisognosi. «Laudomia detta Lilla» è il titolo del romanzo presentato da Plevani, romanzo di carattere storico, di affetti e di sentimenti profondi.

Ottimo per il Natale, serve a spazzolare un poco di quell’ipocrisia, prêt a porter, di chi rotondeggia «buon Natale» e durante l’anno traccia ragnatele di dispetti e di capricci, di maldicenze e doppia faccia. Petrò porta moralità con le note compositive della frugalità, conunpiù di intelligenza compositiva,armonia critico culturale con il tempo frugale che attraversiamo. E poi c’è il raddoppio dell’aria di innocenza, che al piano alto, i naif di Plevani portano naturalmente con sé. Alle feste, dunque, entri alla Rocca di Orzinuovi con la bellezza di Petrò, i naif di Plevani e l’innocenza del libro sempre di Plevani.

Alla Rocca orceana sono invitati tutti gli amici di oggi e di ieri di Petrò e dell’Amministrazione comunale, che siano bianchi, rossi e verdi, poiché la cultura è incolore. Avanti coloro che onorano la cultura come Francesca Nodari,sempre limpida nella proposta di pensiero e nelle argomentazioni felici e buone. E avanti Egle Vezzoli e gli amici di Forma Arte, anche questa volta, fautori di questi eventi senza danari. Per passione. Tutti invitati, senza biglietto. Tutto gratis. Apre il corteo dei pochi ma buoni,meno siamo meglio secondo Arbore, speriamo,Paolo Petrò, Sergio Plevani, il libro, damigelle Francesca Nodari e Egle Vezzoli. A posto.

Pubblicato in Rassegna stampa

«Il fiume Oglio toccherà ancora una volta le sponde di Brescia».Con queste parole l’assessore Andrea Arcai ha annunciato ieri, in Palazzo Loggia, la presentazione del quinto volume della collana «Filosofi lungo l’Oglio», che raccoglie gli interventi dei relatori dell’omonimo Festival, svoltosi nei mesi di giugno e luglio scorso tra le province di Brescia e Cremona.

«Dignità» (Massetti Rodella Editori, p.424, euro 17) è il titolo del libro, che sarà al centro dell’incontro di giovedì 20 dicembre, ore 20.45, nella sala Belvedere della Rocca di San Giorgio in piazza Garibaldi a Orzinuovi. Interverranno Salvatore Natoli della Bicocca di Milano, Ilario Bertoletti, direttore editoriale di Morcelliana e La Scuola, e Francesca Nodari, direttore scientifico del Festival e curatrice del volume. Moderatore della serata sarà Tonino Zana. Il tomo contiene i saggi degli eminenti filosofi che hanno affrontato, da punti d’osservazione diversi, la complessa tematica della dignità: Tagliapietra, Augé, Ghiselli, Parsi, Becchi, Zoja, Donà, Schockenhoff, Vannini, Bodei, Casper, Marzano, Natoli, Semplici e Coda. «Proprio in questa nostra era, segnata profondamente dalla crisi e dalla recessione, è necessario riflettere sul senso della dignità» ha dichiarato Francesca Nodari, che ha anche anticipato il tema scelto per il Festival del prossimo anno:«Noi e gli Altri».

«Vogliamo riproporre l’apertura al dialogo e alla solidarietà. La gente è stanca di monologhi».La relazione con l’altro sarà esaminata, da un punto di vista generazionale, familiare, coniugale,ma anche politico, culturale e religioso. In Sala Giunta erano presenti anche gli assessori MariaPaola Bergomi di Castrezzato, e Giuseppe Merlo di Ostiano (Cr), portavoce di Comuni che aderiscono all’iniziativa. Ci crede anche l’assessore Claudia Taurisano, che citando Maria Rita Parsi,ha definito Filosofi lungo l’Oglio «un laboratorio neurochimico che produce anima ».E Arcai chiede la collaborazione dei privati affinché la manifestazione possa rinnovarsi negli anni, perché è un servizio e un’opportunità.

Pubblicato in Rassegna stampa

L’Associazione culturale Filosofi lungo l’Oglio e il suo Consiglio Direttivo unitamente al Comitato scientifico del Festival Filosofi lungo l’Oglio sono lieti di comunicare che, da domenica 28 ottobre, a partire dalle ore 21 , sull’emittente bresciana Teletutto, fino a domenica 10 febbraio 2012, sempre alla medesima ora, andranno in onda le lezioni magistrali della VII edizione del Festival Filosofi lungo l’Oglio, che si è svolta dal 6 giugno al 23 luglio 2012.

Pubblicato in Comunicati Stampa

La filosofia non è una dottrina riservata ad un pubblico di nicchia. Almeno non più. Le oltre 10.500 presenze della settima edizione del Festival Filosofi lungo l'Oglio lo confermano una volta per tutte. Quindici lezioni magistrali, 15 località ospitanti, 18 giorni di attività, 10 giovani partecipanti al Seminario di Alta Formazione, 47 giorni di durata del festival, 1487 visitatori che di media hanno visitato il sito dedicato alla kermesse filosofica, 3000 il picco di contatti raggiunto in un solo giorno, oltre 67mila il totale delle visite nel corso del festival e 10.500 le presenze fisiche registrate nel corso della manifestazione: sono questi i numeri del successo di un' edizione che ha segnato il passaggio del Festival alla piena maturità.

Merito anche delle tante novità introdotte in calendario dalla presidente Francesca Nodari. Una su tutte l' incremento di 5 nuove locations in altrettanti comuni della provincia, a cominciare da Barbariga per proseguire con Corzano, Corte Franca, Erbusco e Travagliato. Il Festival, incentrato quest' anno sul tema della dignità, si è aperto il 6 giugno a Brandico con la lectio inaugurale del filosofo Andrea Tagliapietra su "Natura della dignità e dignità della natura" in una chiesa parrocchiale brulicante di gente, per concludersi lo scorso 23 luglio nella chiesa Santa Maria delle Grazie a Soncino con l' intervento di Pietro Coda su "Dignità umana e libertà religiosa - La lezione del Concilio Vaticano II", salutato da più di mille persone con una vera e propria standing ovation.

Vera novità di questa edizione è stata l' istituzione del "Premio Internazionale di Filosofia - Filosofi lungo l'Oglio, Un libro per il presente" vinto dal grande Bernhard Casper con il suo "Il pensiero dialogico. Franz Rosenzweig, Ferdinand Ebner e Martin Buber". Dalle riflessioni del festival sono usciti inoltre quattro nuovi titoli della collana "Granelli": "Degno, Indegno" di Augè, "Il duplice volto della dignità umana" di Becchi, "Nobiltà" di Vannini e "Dignità e responsabilità - una riflessione fenomenologica" di Casper. E se l' edizione numero sette si è appena conclusa con successo l' ottava è gia in fase di preparazione.

Pubblicato in Rassegna stampa
Giovedì, 02 Agosto 2012 02:00

Dignità dell’uomo e libertà religiosa

E' stata affidata alla riflessione di Piero Coda la conclusione della 7ª edizione di “Filosofi lungo l’Oglio”, incentrata quest’anno sul tema della dignità.

Pubblicato in Rassegna stampa

Si riassume l’avventura della «filosofia nodariana» in terra bresciana, le lezioni, i luoghi, tutti attori della settima avventura dei Filosofi lungo l’Oglio dedicata alla Dignità.

Pubblicato in Rassegna stampa

Santa Maria delle Grazie, miracolosa architettura cinquecentesca, colma di affreschi dei Campi, soffoca tutte le anime del popolo dei «Filosofi lungo l’Oglio», settima puntata, ultima serata,microfono inutilmente bizzoso rispetto all’ospitalità unica e univoca di Suor Nazarena della Sacra Famiglia.

Pubblicato in Rassegna stampa

Le questioni bioetiche «non possono essere privatizzate». Non è possibile affidarne la risoluzione al sentire individuale, perché sono problemi «alla base del contratto sociale». Bisogna dunque impegnarsi per una «bioetica condivisa»,un cammino difficile ma possibile.

Pubblicato in Rassegna stampa

Dev’essere vero il platonico «la filosofia rende amici gli estranei », enunciato dalla dott. Francesca Nodari, se all’azienda Vittorie, in un insuperabile rettangolo di cascina tra Orzinuovi e Villachiara, spiati da un tramonto di bontà tropicale, l’altra sera si contavano di nuovo sei-settecento persone, venute da ogni parte della provincia, per ascoltare la lezione del prof. Salvatore Natoli intorno a «Dignità e rispetto: l’obbligo di renderlo, il dovere di meritarlo».

Pubblicato in Rassegna stampa
Pagina 1 di 4

PARTNER

WEALT ADVISOR
Giuseppe Lanzanova
Banca mediolanum

Con il Patrocinio di

INFO & CONTATTI

  • Fondazione Filosofi lungo l'Oglio
  • via Vittorie 11 - 25030 Villachiara (BS) ITALIA
  • P.IVA: 03699330985

NEWSLETTER