Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti

E' la congiunzione dell'identità e dell'alterità che dona sempre all'individuo la sua piena esistenza e che condiziona ciò che chiamerei la sua capacità di felicità» ammonisce Marc Augé, un autore che non ha certo bisogno di presentazioni.

Pubblicato in Rassegna stampa

Siku. Come Sicù, a richiamare l'epiteto che a Brescia si assegna a chi si dimostra un po' testardo (anzi, zuccone). Una prima mostra nel 2016, una successiva nel 2017 a Montichiari.

Pubblicato in Rassegna stampa

In linea di continuità con il tema della XIII edizione, il Comitato scientifico del Festival Filosofi lungo l’Oglio, composto da Bernhard Casper, Piero Coda, Anna Foa, David Meghnagi, Francesca Rigotti, Maria Rita Parsi e dalla direttrice Francesca Nodari, ha individuato in Generare la parola chiave dell’edizione 2019.

Pubblicato in Comunicati Stampa

Un grande cubo rosso al cui interno, illuminato da giochi di luce, è sdraiato un leone dalla criniera blu. Con «Ariel: la forza della creazione» lo scultore Siku si presenta alla città, fino al 22 maggio in piazza Tebaldo Brusato.

Pubblicato in Rassegna stampa

ORZINUOVI - L' associazione di promozione della cultura e della filosofia nella Bassa e nel Cremonese raggiunge un nuovo prestigioso successo: i festival organizzati dal gruppo orceano sono ora, ufficialmente, tra i migliori d'Europa.

Pubblicato in Rassegna stampa
Giovedì, 13 Settembre 2018 23:36

La stagione dei Festival cercando una bussola

A Pordenone si legge, a Modena si fa filosofia, a Brescia le parole si intrecciano con la musica. A Sarzana s'è usata la mente, a Camogli s'è fatta comunicazione. Cinema a Venezia, cori e danze tra Milano e Torino, geopolitica a Ferrara. È la grande stagione dei festival, tramonti, spiagge e città d'arte, dall'uno all'altro mar.

Pubblicato in Rassegna stampa

Cielo a chiazze rosa, profumo d'estate e riflessioni filosofiche in declinazione bucolica ieri sera nel crepuscolo sopra Lograto: sullo sfondo di villa Morando, gremita da una marea di persone, Massimo Cacciari è salito in cattedra e se le è portate tutte con sé all'origine dell' «animale impolitico"».

Pubblicato in Rassegna stampa

Dopo l'appuntamento di ieri sera con Marc Augé a Calvisano, altro scalo nella Bassa per il viaggio culturale targato «Filosofi lungo l'Oglio» (tredicesima edizione, parola chiave: «Condividere»). Protagonista stasera a Orzivecchi sarà infatti Marco Vannini, il quale terrà una lectio magistralis intitolata «Io non sono uno che divide».

CONSIDERATO il maggior studioso italiano di mistica speculativa e traduttore dell'intera opera - latina e tedesca - di Meister Echkart, Vannini (1948) ha curato anche l'edizione italiana della Teologia mistica di Jean Gerson. Tra i suoi lavori più recenti si ricordano «Contro Lutero e il falso Evangelo», uscito l'anno scorso, «Inchiesta su Maria. La storia vera della fanciulla che divenne mito», scritto con Corrado Augias e pubblicato nel 2016, e «Nobiltà», del 2012, pubblicazione a cura di Francesca Nodari, che è anche direttore scientifico del Festival.

L'INCONTRO, come sempre a ingresso libero, è fissato per le 21.15 a palazzo Martinengo; in caso di maltempo si virerà nella vicina Chiesa Santi Pietro e Paolo (informazioni e dettagli con un clic al sito Internet www.filosofilungo-loglio.it). Nel vivo della settimana in assoluto più densa di appuntamenti di questa edizione, la rassegna proseguirà poi domani sera facendo scalo a Coccaglio, dove atteso ospite nella piazzetta auditorium San Giovanni Battista, in via, Castello, sarà Francesco Miano, che presenterà una relazione intitolata «La comunicazione esistenziale».



Pubblicato in Rassegna stampa

Il Festival Filosofi lungo l’Oglio assegna il “Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l'Oglio. Un libro per il presente”, ad Umberto Curi - professore emerito di Storia della filosofia presso l’Università di Padova e docente presso l’Università “Vita e salute” San Raffaele di Milano - con il volume “Straniero”.

Pubblicato in Rassegna stampa
Pagina 1 di 12