Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

DOPPIO APPUNTAMENTO PER IL FESTIVAL: VENERDĺ 15 GIUGNO GIOVANNI GHISELLI DOMENICA 17 GIUGNO MARIA RITA PARSI

Mentre è atteso l’intervento di Giovanni Ghiselli su La dignità degli eroi, in programma questa sera, venerdì 15 giugno, a partire dalle ore 21.15, a Casa Beluschi Fabeni, in via Vittorio Veneto 10 a Frontignano di Barbariga (Bs) [in caso di pioggia presso il Centro Mariapoli Luce, in via XI Febbraio 2 a Frontignano], fervono i preparativi per la lectio magistralis di Maria Rita Parsi dal titolo: Dignitoso come un bambino.
Madrina del Festival, psicoterapeuta e scrittrice, Maria Rita Parsi parlerà domenica 17 giugno, ore 21.15, nella suggestiva cornice di Palazzo Torri, in via S. Eufemia 5 a Nigoline di Corte Franca (Bs) [in caso di pioggia presso l’Auditorium 1861 Unità d’Italia, Piazzale Cattaneo - Corte Franca (Bs)].

Per l’occasione si segnala la possibilità di trascorrere l’intera giornata nella splendida località franciacortina con un programma ad hoc (vedi dettagli).

«Nel corso dell’incontro – ha dichiarato Francesca Nodari, direttore scientifico del Festival – la Prof.ssa Parsi, Presidente della Fondazione Movimento Bambino, con la quale la nostra Associazione ha siglato un gemellaggio, che ci onora, illustrerà ai presenti il “Manifesto sulla visione Bambinocentrica del mondo” denominato Carta di Roma. L’importante documento, che sintetizza in 10 punti l’essenza di “un mondo a misura di bambino” e ne sprona la messa in pratica “quale l’unica, vera e ultima Rivoluzione possibile”, è stato redatto da un comitato scientifico così composto: Maria Rita Parsi, Gloria Bardi, Chiara Caprara, Alessandra De Zan, Maria Donadio, Miela Fagiolo, Elisa Fontana, Natalia Fusaro, Lucia Lucarelli, Gianmaria Occhi, Daniela Antonella Piastrellini, Elena Turco, Priscilla Zoccarato.

Si tratterà pertanto – ha concluso Francesca Nodari – di una serata particolarmente importante nell’ambito di questa VII edizione del nostro Festival, per la realizzazione della quale abbiamo potuto contare anche sul sostegno della Fondazione ASM, cui desidero esprimere un particolare e vivo ringraziamento». Parole di apprezzamento sono state espresse dalla Vicepresidente della Fondazione ASM, Elisabetta Rizzi, che ha commentato: «“Tutti gli uomini tendono per natura alla conoscenza”, recita l'incipit della Metafisica di Aristotele, come a dire che la filosofia non richiama concetti astratti e ideali che appartengono a pochi, ma pone questioni che interessano ciascuno di noi, si interroga su aspetti essenziali della nostra vita, cerca di comprendere l’uomo nella sua realtà a partire dalla riflessione sul significato profondo di parole fondamentali nel vivere quotidiano.

La parola “dignità” – tema scelto da questa edizione del Festival Filosofi lungo l’Oglio e più che mai attuale – evoca da una parte il diritto di ciascun uomo, in quanto tale, al riconoscimento e al rispetto del proprio valore morale e dall’altra la difficoltà nel difendere questo principio in una società vessata e resa debole dalla crisi, dominata da un sistema di valori basati sul profitto e sull’affermazione di sé a tutti i costi. La Fondazione ASM è orgogliosa di contribuire alla realizzazione di un Festival che porti la discussione fuori dalle aule universitarie e che coinvolga chiunque abbia voglia di misurarsi con un argomento decisivo nel recupero della nostra dimensione umana».

Ed è ancora più orgogliosa che il proprio intervento sia finalizzato alla realizzazione della lectio della Prof.ssa Maria Rita Parsi dal titolo: Dignitoso come un bambino che, sottolineando come il diritto alla dignità sia legato all’uomo sin dalla nascita, porterà il proprio contributo sulla dignità in rapporto all’infanzia, aspetto tanto delicato quanto imprescindibile per una adeguata comprensione del concetto stesso di dignità».

CHI È MARIA RITA PARSI

Psicoterapeuta e scrittrice, svolge da anni un’in¬tensa attività didattica e di formazione presso uni¬versità, istituti specializzati, associazioni private. Ha elaborato una metodologia psicologica della «psicoanimazione»: ha fondato e dirige la SIPA (Scuola Italiana di Psicoanimazione). Negli ultimi trent’anni, ha formato migliaia di persone con la metodologia a mediazione creativo-corporea – da lei ideata e messa a punto – per lo sviluppo del po¬tenziale umano.

Nel 1991 Maria Rita Parsi ha dato vita alla Fon¬dazione Movimento Bambino che conta fulcri in tutta Italia e nella Svizzera Italiana per la diffusione del pensiero e dell’arte dei bambini contro gli abusi e i maltrattamenti e per la tutela giuridica, sociale, culturale dei ragazzi. Recentemente è stato attivato il progetto Fondazione Movimento Bambino per Haiti e Santo Domingo. Da quest’idea, dall’amore per la Vera Anima del Mondo, Maria Rita Parsi ed il suo prezioso staff hanno realizzato, con il fonda¬mentale supporto delle Autorità Dominicane, due centri di Fondazione Movimento Bambino: Cruz de Guerra e Los Mameyes. Per la Mondadori ha pubblicato, tra gli altri: L’amore violato (1996); Le mani sui bambini (1998); La trilogia della città di R. (1999); Più furbi di Cappuccetto Rosso (2000); Fragile come un maschio (2000); Cuore di mostro (2002); L’alfabeto dei sentimenti (2003); Amori imperfetti (2004); La natura dell’amore (2005); Single per sempre (2007); Alle spalle della luna (2009); Ingrati. La sindrome rancorosa del beneficato (2011). Ricordiamo inoltre: Onora il figlio e la figlia (con M.B. Toro), Salani 2006; Un bambino maleducato (con T. Cantelmi, M.B. Toro), Salani 2007; Il cervello dipendente. Un’intervista di Maria Rita Parsi (con L. Pulvirenti), Salani 2007; Promiscuità. Confusione, profusione o diffusione, (con F. Zagarella), Compositori 2008; La virtù dell’ascolto, in F. Nodari (a cura di) Vizi e virtù, «Filosofi lungo l’Oglio», pp.15-31, Massetti Rodella Editori, Roccafranca (Bs) 2008; L’oppio dei popoli. Quando la religione narcotizza le coscienze (con V. Andreoli, P. Crepet, D. Meghnagi), Piemme 2009; Amore e destino, in F. Nodari (a cura) Destino «Filosofi lungo l’Oglio», pp. 35-53, Massetti Rodella Editori, Roccafranca (Bs) 2009; Il corpo delle donne, in F. Nodari (a cura di) Corpo, «Filosofi lungo l’Oglio», pp. 111-137, Massetti Rodella Editori, Roccafranca (Bs) 2010; Felice-mente. La felicità al tempo delle escort, «Granelli», Massetti Rodella Editori, Roccafranca (Bs) 2011 e in F. Nodari (a cura di), Felicità, «Filosofi lungo l’Oglio», pp. 229-251, Massetti Rodella Editori; Roccafranca (Bs) 2011.

Dopo l’affollatissima lectio magistralis del grande etnologo Marc Augé che, dinnanzi ad un pubblico attento e appassionato, ha individuato nella dignità «il corollario della dualità umana», arrivando a scorgere nell’idea di infinito indagata da Descartes nella quinta meditazione la prova dell’esistenza dell’uomo, o se si vuole, dell’umanità generica che abita il per sé, prosegue l’itinerario filo-rivierasco del Festival Filosofi lungo l’Oglio che venerdì 15 giugno, a partire dalle ore 21.15, approda a Casa Beluschi Fabeni, in via Vittorio Veneto 10 a Frontignano di Barbariga (Bs).

MERCOLEDÌ 6 GIUGNO ANDREA TAGLIAPIETRA APRIRÀ UFFICIALMENTE LA SETTIMA EDIZIONE DELLA KERMESSE

Premio Internazionale di Filosofia
Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente.

venerdì 11 maggio 2012  ore 15
presso la Sala Stampa del Comune di Brescia
sita in Piazza Loggia, n.6 a Brescia

Si terrà la conferenza stampa di presentazione ufficiale dell’istituzione del
Premio internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio.
Un libro per il presente - I edizione.

Giovedì, 23 Febbraio 2012 03:01

Amos Luzzatto - vanità della memoria

Il testo qui presentato rivela da subito l’acume del suo Autore: tutto teso ad indagare il labile confine tra memoria e ricordo, ne tenta un accostamento a partire dalla radice trilittera ebraica ZKR per cercare di comprendere e far comprendere ciò che distingue l’allusione per così dire episodica da una concatenazione di fatti che sono chiamati a riempire le «stanze» della nostra memoria. Memoria che ordina, divide, conserva, elimina quanto ha immagazzinato quasi avesse le funzioni di una segreteria. Ma la memoria è anche legata al materiale sul quale sono state impresse informazioni ritenute dalla nostra mente.

Giovedì, 23 Febbraio 2012 02:39

INAUGURATA LA COLLANA «FARE MEMORIA»

È stata inaugurata, nel corso del ciclo, una terza Collana: «Fare memoria», che si aggiunge a «Filosofi lungo l’Oglio» e «Granelli», edite dalla Compagnia della Stampa-Massetti Rodella Editori.

Gli antichi chiamavano la felicità eudaimonía, che significa venire a patto con i demoni, avere un buon rapporto col demonico, cioè con tutte quelle forze, tendenze, impulsi che ci trascinano.

Viste le persistenti condizioni di maltempo, si comunica che la lectio magistralis: La vanità della memoria di Amos Luzzatto, in programma per domani, giovedì 2 febbraio, alle ore 20.45, presso il centro culturale Aldo Moro, sito in via Palestro 17 a Orzinuovi (Bs) è sospesa. L’incontro si terrà giovedì primo marzo: stessa ora, stessa sede.

Mercoledì, 01 Febbraio 2012 11:52

Fare Memoria - gli appuntamenti su Teletutto

Siamo lieti di comunicare che a partire da giovedi 2 febbraio alle ore 21:00 su Teletutto (canale 12 del digitale terrestre) andrà in onda il primo incontro del nostro ciclo "Il bene della memoria" e in replica mercoledì 8 febbraio alle ore 16:00 su Teletutto2 (canale 87 digitale terrestre)

Di seguito il calendario degli altri appuntamenti su Teletutto

  • giovedì 9 febbraio - "L' era della post memoria" ore 21.00 su Teletutto e in replica su Teletutto2 mercoledì 12 febbraio alle ore 16.00
  • giovedì 16 febbraio - "Il comandamento della memoria" ore 21.00 su Teletutto e in replica su Teletutto2 mercoledì 22 febbraio alle ore 16.00
  • giovedì 23 febbraio - "La vanità della memoria" ore 21.00 su Teletutto e in replica su Teletutto2 mercoledì 29 febbraio alle ore 16.00
  • giovedì 1 marzo - "Olocausto" ore 21.00 su Teletutto e in replica su Teletutto2 mercoledì 7 marzo alle ore 16.00
  • giovedì 8 marzo - "La memoria di Dio" ore 21.00 su Teletutto e in replica su Teletutto2 mercoledì 14 marzo alle ore 16.00
  • giovedì 15 marzo - "La memoroa di Giobbe" ore 21.00 su Teletutto e in replica su Teletutto2 mercoledì 21marzo alle ore 16.00
Pagina 10 di 13

INFO & CONTATTI

  • Fondazione Filosofi lungo l'Oglio
  • via Vittorie 11 - 25030 Villachiara (BS) ITALIA
  • P.IVA: 03699330985

NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo