Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

Sabato, 13 Luglio 2013 23:15

Stefano Semplici

I diritti umani: baluardo della
diversità o imperialismo morale?

«Homo sacer è la principale categoria di rifuti umani creati nel corso della moderna produzione di spazi sovrani ordinati».Z. Bauman, Vite di scarto

ore 21:15 - Cortile della Pieve di S. Maria Maggiore, via Castello - Erbusco (Bs)
(in caso di pioggia presso Chiesa S. Maria Assunta sita nella medesima via)

L'Associazione culturale Filosofil lungo l'Oglio è lieta di invitare la S. V. alla presentazione del libro di Francesca Nodari: Storia di Dolores. Lettera al padre che non ho mai avuto (Pagine Editore, Roma) che si terrà sabato 27 aprile, alle ore 18.00, presso la Libreria Feltrinelli, in c.so Zanardelli 3 a Brescia. Con l'Autrice, interverrà Viviana Filippini collaboratrice del quotidiano «Giornale di Brescia».

«L’educazione al bivio: l’Università oggi e le sue sfide». È questo il titolo del convegno che si terrà il 18-19 aprile 2013 presso l’Aula Magna “Aldo Cossu” dell’Università degli Studi di Bari. Organizzato dall’Università degli Studi di Bari in collaborazione con la Pontificia Università Lateranense, il simposio sarà aperto dalla Lectio Magistralis di Mons. Enrico dal Covolo, vescovo e Rettore Magnifico dell’Ateneo Lateranense, dal titolo: “Il compito formativo della scuola e dell’università in un tempo di crisi”. «La tematica che si andrà ad approfondire – spiega mons. dal Covolo – è una sfida che dobbiamo cogliere per attuare un nuovo progetto educativo.

La centralità della persona potrà divenire così il luogo privilegiato dove far confluire tutti i nostri sforzi affinché la realtà giovanile che “abita” le nostre strutture universitarie sia aiutata ad operare un salto qualitativo che dall’anonimato, nel quale ogni singolo membro vive nella penombra della de responsabilità, si arrivi a formare un nuovo contesto dove i giovani si sentano protagonisti del loro processo di crescita umana e intellettuale. In questi anni il mio servizio in qualità di Rettore presso la Pontificia Università Lateranense è stato sempre guidato dalla ferma convinzione di creare spazi vitali di crescita dove i giovani possano mettere in campo le loro idee nel mutuo confronto con gli “operatori” dell’educazione e con gli organismi istituzionali. Il guadagno di questa modalità di lavoro è aver costatato che i giovani assumono con molta più responsabilità i processi formativi che sono loro rivolti.

Naturalmente la sfida che dobbiamo cogliere è che l’educazione non è mai rivolta esclusivamente agli altri, ma richiede che sia accolta e che modelli principalmente l’operato ognuno di noi». Durante il convegno, il Sindaco di Bari, Michele Emiliano, conferirà a mons. dal Covolo, la medaglia, quale premio di rappresentanza, della Presidenza della Repubblica, e il “Sigillo della Città di Bari”.

Il Convegno ha ottenuto l’Adesione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ed è patrocinato dal Senato della Repubblica, dalla Camera dei Deputati, dal Pontificio Consiglio per la Cultura , dall’Associazione Docenti Italiani di Filosofia (A.D.I.F.), dalla Fondazione Ente dello spettacolo, dalla Regione Puglia, e, infine, dal Comune di Bari.
È stato concesso l’esonero per Docenti di scuole di ogni ordine e grado dal M.P.I. con riferimento all’art. 453 D.L. 297/94 Prot. n. 3092 del 28 marzo 2013.

La partecipazione è aperta a tutti.

Per informazioni: segreteria organizzativa Francesco Alfieri, ofm
Convento “Cristo Re”
Piazza Marconi, 1074015 Martina Franca (TA)
Cell: 320/9748443
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L'Associazione culturale Filosofil lungo l'Oglio è lieta di invitare la S. V. alla presentazione del libro di Francesca Nodari: Storia di Dolores. Lettera al padre che non ho mai avuto (Pagine Editore, Roma) che si terrà lunedì 18 marzo, alle ore 18.00, presso la Libreria dell'Università Cattolica, in via Trieste 17/d a Brescia.

Con l'Autrice, interverranno:
Maria Rita Parsi - psicoterapeuta,scrittrice,Presidente della Fondazione Movimento Bambino;
Paolo Ferliga - pscicoterapeuta, docente di Filosofia e Storia al Liceo Classico Arnaldo di Brescia;
Tonino Zana - inviato speciale del «Giornale di Brescia».

Volge alla conclusione il ciclo di conferenze di Fare memoria: perché? Dopo la partecipata lectio magistralis di Gabriele Nissim, giovedì 21 febbraio, nella cornice del Teatro comunale, sito in via Dante 7 a Leno (Bs), a partire dalle ore 20.45, toccherà a David Bidussa – autorevole storico sociale delle idee – tirare le fila del percorso iniziato lo scorso 17 gennaio. Lo studioso interverrà con una lectio magistralis dal titolo: Educare alla memoria. I viaggi di memoria tra oggetto e progetto. «Potremmo dire – ha dichiarato il direttore scientifico, Francesca Nodari – che il filo rosso che ha attraversato tutti gli incontri di questa seconda edizione di Fare memoria sia racchiuso nella tensione di dover rispondere non soltanto all’imperativo del “non dimenticare”, ma anche a quello immediatamente successivo dell’ “educare alla memoria”, consapevoli come ormai siamo del fatto di trovarci, già, in un certo senso, nell’era della post-memoria. Una sfida questa che non ammette procrastinazioni e dinnanzi alla quale non possiamo trovarci impreparati. Di qui l’esigenza dell’approfondimento, della trattazione del tema in oggetto in maniera trasversale e plurivoca nonché – e non a caso si tratta della tappa finale di questa seconda edizione – il tentativo di esaudire il monito dell’educare alla memoria anche attraverso gesti concreti: l’istituzione del Giardino dei Giusti nella nostra città, la cui cerimonia di inaugurazione è fissata per mercoledì 6 marzo, alle ore 11, in un’area del Parco Tarello a Brescia vuole essere, se così si può dire, la messa in pratica di questo intento».

Venerdì, 15 Febbraio 2013 01:00

EDUCARE ALLA MEMORIA DEL BENE

Prosegue la Rassegna Fare memoria, dopo l’annullamento per causa di forza maggiore dell’intervento del Prof. Bernhad Casper su Emmanuel Levinas. La scoperta dell’umanità nell’inferno dello Stalag 1492. Martedì 19 febbraio, a partire dalle ore 20.45, nella prestigiosa Sala del Pianoforte del Municipio di Rovato (Bs), sito in via Lamarmora 7, Gabriele Nissim – saggista, giornalista e Presidente di Gariwo, il Comitato per la Foresta dei Giusti – terrà una lectio magistralis dal titolo: La memoria del bene e l’educazione alla responsabilità personale. «Si tratta – ha dichiarato il direttore scientifico, Francesca Nodari – di un appuntamento molto atteso poiché, nel corso del suo intervento, Nissim – al quale si deve il merito di aver presentato con la sua equipe, al Parlamento di Strasburgo la proposta dell’istituzione della Giornata Europea dei Giusti, proposta che è stata accolta con la Dichiarazione scritta n. 3/2012 recante 388 firme e che istituisce tale giornata il 6 marzo di ogni anno – cercherà di illustrare l’importanza strategica, nel fare memoria del bene, dell’individuazione di figure esemplari che si sono opposte strenuamente e in modalità differenti ad ogni forma di totalitarismo, persecuzione, genocidio. Anche la nostra Associazione – continua Nodari – proprio in partnership con Gariwo, il Comune di Brescia e in collaborazione con la Casa della Memoria, intende celebrare questa giornata con l’inaugurazione del Giardino dei Giusti in un’area del Parco Tarello a Brescia, piantando per ciascun testimone del Bene, un pruno. I nomi dei Giusti saranno comunicati nei giorni immediatamente precedenti l’iniziativa».

Siamo spiacenti di dover comunicare che la lectio magistralis del Prof. Bernhard Casper, dal titolo: Emmanuel Levinas. La scoperta dell’umanità nell’inferno dello Stalag 1492, in calendario mercoledì 13 febbraio, alle ore 20.45, presso il Teatro comunale di Travagliato, è annullata per causa di forza maggiore. Il testo della relazione del Prof. Casper sarà, tuttavia, disponibile nell’instant-book della Collana «Fare memoria» dal 13 febbraio con la possibilità di acquistarlo online. oppure nelle Librerie di Brescia e provincia.

A pochi mesi dalla conclusione della settima edizione del Festival Filosofi lungo l’Oglio, che ha ospitato relatori d’eccezione, registrando un’affluenza sorprendente di pubblico, che è andata oltre le più rosee aspettative, attestandosi a 10.500 presenze, si terrà giovedì 20 dicembre, alle ore 20.45, nella Sala Belvedere della Rocca S. Giorgio, in Piazza Garibaldi a Orzinuovi (Bs), la presentazione del V volume della Collana «Filosofi lungo l’Oglio» (ricordiamo Vizi e virtù 2008, Destino 2009, Corpo 2010, Felicità 2011).
Il testo – intitolato Dignità (p. 424, 17 euro) – ospita gli illuminati saggi di Andrea Tagliapietra, Marc Augé, Giovanni Ghiselli, Maria Rita Parsi, Paolo Becchi, Luigi Zoja, Massimo Donà, Eberhard Schockenhoff, Marco Vannini, Remo Bodei, Bernhard Casper, Michela Marzano, Salvatore Natoli, Stefano Semplici, Piero Coda. Il volume, a cura di Francesca Nodari, è edito da Massetti Rodella Editori. Ospite d’eccezione sarà il Prof. Salvatore Natoli padrino del Festival, cittadino onorario di Villachiara nonché membro del Comitato scientifico della kermesse.
Interverranno, inoltre, Ilario Bertoletti, direttore editoriale Morcelliana e La Scuola e il direttore scientifico del Festival, Francesca Nodari. Modererà l’incontro l’inviato speciale del «Giornale di Brescia», Tonino Zana. «Come è tradizione – dichiara Francesca Nodari – siamo lieti di presentare ai nostri spettatori sensibili, il testo che raccoglie gli interventi dei relatori succedutisi nel corso della scorsa edizione di questo Simposio di Pensiero e di Parole. Un appuntamento atteso e al quale anche quest’anno parteciperà Salvatore Natoli, al quale va tutta la nostra gratitudine per la sua pronta adesione ad un incontro che è divenuto una felice consuetudine. Un’occasione che si conferma come un’opportunità di confronto e di scambio reciproco e che fa da preambolo al fitto calendario dell’agenda 2013».

CHI È SALVATORE NATOLI

Conosciuto come il filosofo dello stare al mondo, Salvatore Natoli si è laureato presso l’Università Cattolica di Milano, in Storia della Filosofia. Già docente di Logica presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Venezia e di Filosofia della Politica presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Milano, Natoli insegna, attual­mente, Filosofia Teoretica all’Università degli Studi Milano Bicocca. Natoli, che annovera tra i suoi ma­estri Emanuele Severino, Gustavo Bontadini e Italo Mancini, si distingue nel panorama filosofico ita­liano e internazionale, per la sua indagine incessante sullo stare al mondo, in serrato dibattito e confronto con il Cristianesimo, approdando ad una nozione di etica del tutto singolare e radicata nell’ontologia, prima che nella deontologia.
I suoi libri sono diven­tati dei classici. Tra le sue opere ricordiamo: Soggetto e fonda­mento. Studi su Aristotele e Cartesio, Antenore, Padova 1979; Ermeneutica e genealogia. Filosofia e metodo in Nietzsche, Heidegger, Foucault, Feltri­nelli, Milano 1981; L’esperienza del dolore. Le forme del patire nella cultura occidentale, Feltrinelli, Mi­lano 1986; Giovanni Gentile filosofo europeo, Bol­lati Boringhieri, Torino 1989; Vita buona, vita felice. Scritti di etica e politica, Feltrinelli, Milano 1990; Te­atro filosofico. Gli scenari del sapere tra linguaggio e storia, Feltrinelli, Milano 1991; La felicità. Saggio di teoria degli affetti, Feltrinelli, Milano 1994; I nuovi pagani. Neopaganesimo: una nuova etica per forzare le inerzie del tempo, Il Saggiatore, Milano 1995; Dizionario dei vizi e delle virtù, Feltrinelli, Milano 1996; Soggetto e fondamento.
Il sapere dell’origine e la scientificità della filosofia, Mondadori, Milano 1996; La politica e il dolore, con Leonardo Verga, Edizioni Lavoro, Roma 1996; Dialogo su Leopardi. Natura, poesia e filosofia, con Antonio Prete, Mon­dadori, Milano 1996; La politica e la virtù, Edizioni Lavoro, Roma 1999; Dio e il divino. Confronto con il cristianesimo, Morcelliana, Brescia 1999. Progresso e catastrofe. Dinamiche della modernità, Marinotti, Milano 1999; La felicità di questa vita. Esperienza del mondo e stagioni dell’esistenza, Mondadori, Milano 2000. Stare al mondo. Escursione nel tempo presente, Feltrinelli, Milano 2002; Libertà e destino nella tra­gedia greca, Morcelliana, Brescia 2002; Il cristiane­simo di un non credente, Qiqajon, Magnano (Bi) 2002; Parole della filosofia o dell’arte del meditare, Feltrinelli, Milano 2004; La verità in gioco. Scritti su Foucault, Feltrinelli, Milano 2005; Guida alla for­mazione del carattere, Morcelliana, Brescia 2006; La salvezza senza fede, Feltrinelli, Milano 2007; La mia filosofia. Forme del mondo e saggezza del vivere, a cura di F. Nodari, ETS, Pisa 2007; Edipo e Giobbe. Contraddizione e paradosso, Morcelliana, Brescia 2008; Crollo del mondo, Morcelliana, Brescia 2009; Il buon uso del mondo. Agire nell’età del rischio, Mondadori, Milano 2010; L’edificazione di sé. Istru­zioni sulla vita interiore, Laterza, Roma Bari 2010; Non ti farai idolo né immagine (con P. Sequeri), il Mulino, Bologna 2011; Nietzsche e il teatro della fi­losofia, Feltrinelli, Milano 2011, Sperare oggi (con F. Mosconi), Il Margine, Trento 2012.

L’Associazione culturale Filosofi lungo l’Oglio è lieta di comunicare che martedì 26 giugno, alle ore 18, presso la Libreria Feltrinelli, in via Giuseppe Zanardelli 3 a Brescia, si terrà la presentazione del libro di Carmine Castoro, Maria De Filippi ti odio. Per un’ecologia dell’immaginario televisivo (Caratteri Mobili, Bari 2011).

Come sarebbe un festival di bambini filosofi? Pieno di domande importanti, dice Maria Rita Parsi. Perché «i bambini s’interrogano continuamente; e se non gli dedichiamo uno spazio attento, in loro nasce il disincanto ».

Pagina 9 di 13

INFO & CONTATTI

  • Fondazione Filosofi lungo l'Oglio
  • via Vittorie 11 - 25030 Villachiara (BS) ITALIA
  • P.IVA: 03699330985

NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo