Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti
Sabato, 06 Luglio 2019 12:32

FESTIVAL FILOSOFI LUNGO L'OGLIO SETTIMANA DALL'8 AL 12 LUGLIO

Scritto da Ufficio Stampa

CONTINUA LA GRANDE AFFLUENZA DI PUBBLICO DEL FESTIVAL NOMADE “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO” CHE REGISTRA UN RECORD DI PRESENZE. TRA GLI OSPITI ATTESI NELLA SETTIMANA DALL’8 AL 12 LUGLIO SALVATORE NATOLI UMBERTO GALIMBERTI VINCENZO PAGLIA E ADRIANO PESSINA

Continua con affluenza di pubblico da record la maratona del pensiero del Festival Filosofi lungo l’Oglio.

La kermesse nomade ideata e diretta dalla filosofa levinasiana Francesca Nodari prosegue, a ritmo incalzante, nelle caleidoscopiche declinazioni del “Generare” lungo il fiume Oglio.

Lunedì 8 luglio apre la nuova settimana Salvatore Natoli, conosciuto come il filosofo “dello stare al mondo”, con l’intervento dal titolo: A misura delle generazioni. Dal sogno utopico al futuro possibile nella suggestiva cornice della Chiesa di Santa Maria Assunta di Orzinuovi, che è già stata teatro della partecipata conferenza di Marco Vannini lo scorso 3 luglio. Introdurrà e modererà l’incontro Massimo Tedeschi, scrittore e giornalista del Corriere della Sera. Professore emerito di Filosofia Teoretica all’Università degli Studi Milano Bicocca, Natoli si distingue nel panorama filosofico italiano e internazionale per il serrato dibattito e confronto con il cristianesimo, approdando ad una nozione di etica del tutto singolare e radicata nell’ontologia, prima che nella deontologia. I suoi libri sono diventati ormai dei classici.

Mercoledì 10 luglio sarà la volta dell’atteso pensatore Umberto Galimberti , che terrà la lectio magistralis: In dialogo con i nostri pregiudizi per generare il giusto giudizio. L’incontro si terrà nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio, presso l’Azienda Le Vittorie di Villachiara in provincia di Brescia. Galimberti è uno tra i più importanti filosofi e psicoanalisti di formazione junghiana italiani e uno dei principali traduttori e divulgatori italiani di Karl Jaspers. È stato insignito del Premio internazionale “Maestro e traditore della psicanalisi” e del Premio “Ignazio Silone per la cultura”. Nell’arco del suo percorso ha fissato il proprio sguardo filosofico sui confini tra ragione e follia. Nei suoi studi ha indagato con metodo genealogico le nozioni di simbolo, corpo e anima rendendo visibili le tracce del sacro che persistono nella nostra civiltà dominata dalla tecnica.

Sempre a Villachiara, per gli eventi collaterali del Festival, sarà possibile ammirare le sculture dell’artista SIKU nel connubio “Scultore” e “Immaginazione” e la performance di danza aerea ad opera de “Le Rondini”.

Giovedì 11 luglio appuntamento conl’arcivescovo Vincenzo Paglia e la stimolante relazione dal titolo: Essere è generare nell’intima cornice del Convento dell'Abbazia di Santa Maria degli Angeli a Gardone Val Trompia.

Presidente della Pontificia Accademia per la Vita e Gran Cancelliere del Pontificio istituto Giovanni Paolo II, Paglia è anche consigliere spirituale della Comunità di Sant’Egidio e presidente della Federazione Biblica cattolica internazionale. Per il suo impegno per la pace ha ricevuto nel 1999 la medaglia Gandhi dell’Unesco e, nel 2003, il Premio Madre Teresa dal Governo albanese.

Venerdì 12 luglio toccherà ad Adriano Pessina –ordinario di Filosofia morale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dove insegna Bioetica e Filosofia dell’esperienza tecnologica – riflettere su Generare solitudine nell’epoca delle nuove tecnologie, nella Sala del Pianoforte del Municipio di Rovato. Studioso di Henri Bergson, ha in seguito sviluppato le sue ricerche nell’alveo delle nuove tematiche etiche sollevate dallo sviluppo delle scienze sperimentali, affrontando i temi del dolore, della sofferenza e della malattia nell’intreccio con le decisioni ultime. Attualmente le sue ricerche hanno come obiettivo l’approfondimento della condizione umana così come si profila nell’interazione con le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, con lo sviluppo delle varie forme di intelligenza artificiale e con la robotica. All’incontro parteciperà anche Gabriele Archetti, Presidente della Fondazione Cogeme.

Il Festival Filosofi lungo l’Oglio è stato insignito per il quarto anno consecutivo della prestigiosa medaglia del Presidente della Repubblica ed è l’unico festival di filosofia ad aver ricevuto per il terzo biennio consecutivo il marchio europeo Effe Label 2019-2020, progetto promosso dalla Commissione Europea e realizzato da Efa, Associazione dei Festival Europei per premiare l’impegno artistico e la capacità di coinvolgere le comunità locali che guardano all’Europa. Il Festival è promosso dalla Fondazione Filosofi lungo l’Oglio, con l’adesione del Prefetto di Brescia, con il Patrocinio della Provincia di Brescia, è un soggetto di rilevanza regionale della Regione Lombardia, con il Patrocinio della Consigliera di Parità della Provincia di Brescia.

Partner del Festival sono la Banca di Credito Cooperativo di Brescia, il Consiglio Notarile di Brescia, l’IME - Industria Motori Elettrici, il Consorzio Franciacorta, la Banca di Credito Cooperativo dell’Agrobresciano, la Comunità Montana di Valle Trompia, Wealth Advisor Giuseppe Lanzanova Banca Mediolanum e la Fondazione Cogeme Onlus, con la collaborazione della Galleria di Arte Contemporanea Collezione Paolo VI.



PARTNER

WEALT ADVISOR
Giuseppe Lanzanova
Banca mediolanum

Con il Patrocinio di

INFO & CONTATTI

  • Fondazione Filosofi lungo l'Oglio
  • via Vittorie 11 - 25030 Villachiara (BS) ITALIA
  • P.IVA: 03699330985

NEWSLETTER