La filosofa morale e direttore scientifico del Festival Filosofi lungo l’Oglio interverrà all’incontro organizzato dall’Università degli Studi di Padova con una riflessione sulla captivité del filosofo ebreo-lituano Emmanuel Levinas
La filosofa, presidente della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio, prenderà parte all’incontro sulla violenza di genere, con l’intervento dal titolo “Raccontare... La storia di Dolores”, modera il dibattito la ricercatrice Giorgia Serughetti Milano 21 novembre – La filosofa Francesca Nodari, presidente della Fondazione Filosofi Lungo l’Oglio, sarà protagonista a Milano al convegno “Formare per prevenire la violenza di genere”, che avrà luogo presso l’Università Bicocca mercoledì 23 novembre, dalle ore 14 presso la Sala Rodolfi ( nell’edificio U6 Agorà, in piazza dell’Ateneo Nuovo 1). La filosofa levinasiana Francesca Nodari, allieva del grande e compianto pensatore tedesco Bernhard Casper (scomparso lo scorso 8 giugno a Wittnau), prenderà la parola per l’intervento che porta come titolo “Raccontare... La storia di Dolores”, dal tema del suo libro (edito per Mimesis nel 2016) Storia di Dolores. Lettera al padre che non ho mai avuto. Qui affronta il rifiuto incomprensibile, irrazionale, in quanto relativo a qualcosa che è geneticamente legato a sé, senza possibilità di cancellazione, tramite il personaggio di Dolores, colei che scrive la lettera al padre, figura mai veramente vicina a lei, che lei stessa ha rigettato. Modera il dialogo l’autrice Giorgia Serughetti, ricercatrice in Filosofia politica presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell'Università di Milano-Bicocca. “In questa lettera Dolores vuole guardare la sfinge vis-à-vis, confrontarsi con chi ha decretato la sua negazione e passare in rassegna un passato che non passa mai del tutto. - si legge nella prefazione del libro di Francesca Nodari - Urlare al mondo la propria sofferenza e il proprio disappunto cercando di sfuggire ad un doppio pericolo: il mutismo e la solitudine insidiosa di chi patisce e insieme il timore della «chiacchiera» generata, secondo convinzioni stereotipate, dall’essere pervenuti alla decisione, non facile ma necessaria, di condividere con altri le proprie pene. In breve, di raccontarle. Per arrivare a questa scelta, che è insieme un ribellarsi all’omertà e un desiderio di catarsi, serve coraggio, determinazione, forza.” L’evento mira a diffondere la consapevolezza e gli strumenti per la formazione rivolta alle attività che concorrono alla protezione e alla prevenzione della violenza di genere, fenomeno in costante aumento negli ultimi anni. Interverranno innanzitutto il Pro-Rettore alla Didattica Maurizio Casiraghi, Alessia Belgiovine per Regione Lombardia, la Direttrice del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Sonia Stefanizzi. Successivamente, sarà il momento anche della Senatrice Valeria Valente, già presidente della “Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere” che esporrà i risultati e prospettive dei lavori svolti dalla Commissione. Il convegno sarà in diretta streaming (via YouTube), per partecipare è necessario iscriversi all’incontro tramite il form online.


La filosofa, presidente della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio, sarà ospite con un intervento sull’intreccio di filosofia e psicanalisi in Toscana alla rassegna curata da Duccio Demetrio ad Anghiari (Arezzo) e con una riflessione sul rapporto di sè con il dolore nella società quotidiana al convegno dell’Ordine dei Medici Chirurghi (a Brescia)
“È stata un’edizione che ha guardato al futuro, oltre la pandemia” È stato un percorso lungo e punteggiato, appassionato e articolato con segnali di futuro accompagnato da migliaia di personedal vivo che ha interessato un intero territorio, lungo il fiume Oglio nelle province di Brescia, Bergamo e Cremona, in 22 municipalità per 28 appuntamenti dal 10 giugno al 31 luglio, con emeriti pensatori e filosofi del nostro tempo. Sono alcuni dei numeri del grande successo della XVII edizione del Festival Filosofi lungo l’Oglio, la maratona del pensiero organizzata dall’omonima Fondazione, presieduta dalla filosofa Francesca Nodari che ha spiegato come «il Festival si conclude con una viva soddisfazione per l’intensità delle lectiones, la grande capacità comunicativa dei relatori, il crescente flusso di pubblico nonostante le temperature roventi e la ripartenza dei contagi. Il Festival non si è mai fermato, neppure nell’annus horribilis della pandemia, e si conferma come una manifestazione che è sempre più attesa e apprezzata nella sua vocazione nomade. Elemento questo che ne segna l’unicità».
Pagina 1 di 75

con il contributo di

con il Patrocinio di

PARTNER



INFO & CONTATTI

  • Fondazione Filosofi lungo l'Oglio
  • via Vittorie 11 - 25030
    Villachiara (BS) ITALIA
  • Tel: 3287059145
  • email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • P.IVA: 03699330985
Seguici e Taggaci su tutti i social media e Iscriviti alla Newsletter per non perderti nulla!

NEWSLETTER