MAURIZIO BETTINI

Maurizio Bettini e’ classicista e scrittore, ha insegnato fino al 2017 Filologia Classica, prima nella Facoltà di Lettere e Filosofia e quindi nel Dipartimento di Filologia e critica delle letterature antiche e moderne dell'Università di Siena, dove ha fondato il centro «Antropologia del Mondo antico». Autore di saggi di argomento filologico, metrico e linguistico, i suoi interessi vertono soprattutto sulla antropologia del mondo antico, disciplina a cui ha dedicato svariati volumi. I suoi corsi universitari affrontano temi relativi alla cultura greca e Romana: la parentela, l'esperienza religiosa antica, la mitologia, la profezia, la magia - sempre in una prospettiva di carattere antropologico.


Maurizio Bettini e’ professore ordinario di Filologia Classica all'Università di Siena e coordinatore del dottorato “Il mondo classico: antropologia e teoria della cultura”. A Siena ha fondato, assieme ad altri studiosi, il Centro interdipartimentale di studi “Antropologia del mondo antico”, di cui è direttore. Ha insegnato presso il Collège de France e dal 1992 tiene regolarmente seminari presso l’Università della California, e come Directeur d’études invité presso l’École de Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi. Incentra il proprio studio al mondo greco e latino facendo propria una prospettiva interdisciplinare, aperta alle acquisizioni della storia e dell’antropologia. Fra i suoi temi principali: l’analisi del mito, della società, delle arti e della religione degli antichi. Presso l’editore Einaudi cura la serie «Mythologica», per l’editore Il Mulino è responsabile della collana “Antropologia del Mondo Antico” e collabora con la pagina culturale de «La Repubblica».

È autore di romanzi, tra cui Le coccinelle di Redún, Einaudi 2004, vincitore del Premio Mondello; e saggi: Antropologia e cultura romana. Parentela, tempo, immagini dell’anima, Carocci 1986, ristampa 2019; C’era una volta il mito, Sellerio Editore 2007; Il ritratto dell’amante, Einaudi 2008; Nascere. Storie di donne, donnole, madri ed eroi, Einaudi 2008; Voci. Antropologia sonora del mondo antico, Einaudi 2008; Alle porte dei sogni, Sellerio Editore 2009; Contro le radici. Tradizione, identità, memoria, Il Mulino 2011; Vertere. Un’antropologia della traduzione nella cultura antica, Einaudi 2012, con cui vince il Premio Mondello Critica 2013; Con l’obbligo di Sanremo, Einaudi 2013; Elogio del politeismo, Il Mulino 2014; Con i Romani. Un’antropologia della cultura antica (con W.M. Short), Il Mulino 2014. Tra le sue pubblicazioni più recenti vanno ancora citati i saggi, editi nel 2015, Il mito di Arianna (con S. Romani, per Einaudi); Dèi e uomini nella città. Antropologia, religione e cultura nella Roma antica (Carocci); e Il grande racconto dei miti classici (Il Mulino). Nel 2016, Oracoli che sbagliano (con C. Benedetti, per Effigie) e A che servono i Greci e i Romani? (Einaudi). Ricordiamo inoltre: Viaggio nella terra dei sogni, Il Mulino 2017. Nel 2018: Il presepio. Antropologia e storia della cultura e Il mito, Einaudi; Discorso autorevole o racconto screditato?, Il Mulino; Homo sum. Essere «umani» nel mondo antico, Einaudi 2019; Ridere degli dèi, ridere con gli dèi. L’umorismo teologico (con M. Raveri e F. Remotti) Il Mulino 2020; Hai sbagliato foresta. Il furore dell’identità, Il Mulino 2020. È curatore di Romolo. La città, la legge, l’inclusione, Il Mulino 2022.




INFO & CONTATTI

  • Fondazione Filosofi lungo l'Oglio
  • via Vittorie 11 - 25030
    Villachiara (BS) ITALIA
  • Tel: 3287059145
  • email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • P.IVA: 03699330985
Seguici e Taggaci su tutti i social media e Iscriviti alla Newsletter per non perderti nulla!

NEWSLETTER