XI Edizione - GRATUITA'

IL FESTIVAL FILOSOFI LUNGO L’OGLIO RIFLETTE SUL TEMA DELLA GRATUITÀ


Dal 5 giugno al 17 luglio, lungo le sponde del fiume Oglio.

Ventitré lezioni magistrali in 42 giorni, 22 pensatori, ospiti di 18 località. Numeri da record per l’undicesima edizione del Festival che dal 5 giugno al 17 luglio, animerà l’estate rivierasca lungo le rive del fiume Oglio, tra Bassa Bresciana e Franciacorta.



  • PRESENTAZIONE

    «Una nuova meta cui guardare speranzosi, dopo l’alto indice di gradimento riscontrato nella scorsa edizione, che ha fatto registrare 19.000 presenze, a cui si aggiunge la partecipazione concreta di istituzioni che hanno saputo fare squadra in nome della promozione e del radicamento della cultura sul territorio» - commenta il Direttore Scientifico Francesca Nodari.

    Tema dell’edizione 2016: gratuità. Parola chiave, scelta all’unanimità dal Comitato Scientifico - composto da Ilario Bertoletti, Bernhard Casper, Piero Coda, David Meghnagi, Salvatore Natoli, Armando Savignano, Maria Rita Parsi, Amos Luzzatto, Anna Foa e Francesca Nodari - la nozione di gratuità, verrà analizzata nei suoi molteplici significati: sociologico, politico, fenomenologico, ermeneutico-esistenziale, morale, estetico, antropologico, teologico.

    Accanto ai comuni e agli enti già teatro delle precedenti edizioni Brescia, Barbariga, Corzano, Erbusco, Flero,Orzinuovi, Orzivecchi,Rovato, Palazzolo sull’Oglio, Soncino, Villachiara, Chiari, Castel Mella, Lograto, Cologne, Roccafranca, Paratico, si aggiunge quest’anno il Comune di Maclodio. Partendo dalla Bassa bresciana e toccando le località rivierasche e, o attigue al fiume Oglio, per poi giungere alle estremità dei Parchi Oglio Nord e Sud e ampliare il proprio orizzonte in Franciacorta, il Festival farà una doppia tappa nella città di Brescia e nelle città di Orzinuovi, Rovato e Palazzolo sull’Oglio.

    I relatori che parteciperanno all’undicesima edizione del festival saranno, come di consueto, di elevata caratura.Dalla Francia torneranno il filosofo Jean-Luc Nancy – definito da Jacques Derrida «il più grande pensatore sul tatto di tutti i tempi» e l’antropologo Marc Augé, esploratore dei “nonluoghi”, vincitore dell’ultima edizione del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente con il testo Le Nuove paure? Che cosa temiamo oggi?. Dalla Spagna arriverà il filosofo Carlos Diaz, uno dei maggiori studiosi del personalismo. Aprirà il festival il sociologo Domenico De Masi e si susseguiranno le lezioni magistrali di grandi pensatori italiani, quali Massimo Cacciari, Michela Marzano, Armando Savignano, Francesca Rigotti, Massimo Donà, Remo Bodei, Salvatore Natoli, Marco Vannini,Umberto Curi, Maria Rita Parsi, psicoterapeuta e scrittrice nonché membro delComitato ONU per i Diritti del Fanciullo,Il Priore della Comunità monastica di Bose Enzo Bianchi, la sociologa Chiara Saraceno, lo scienziato Edoardo Boncinelli, il criminologo Alessandro Meluzzi, il magistrato e giudice anti mafia Gian Carlo Caselli, l’economista Stefano Zamagni, il cardinale Francesco Coccopalmerio e la professoressa Francesca Nodari.

    Tutti gli incontri, a ingresso gratuito sono fissati alle 21.15, tranne la lectio magistralis del Priore di Bose, che avrà luogo alle ore 20.30.

  • IL PROGRAMMA

    5 giugno
    DOMENICO DE MASI
    Una semplice rivoluzione
    Auditorium S. Fedele
    Piazza Zamara - Palazzolo sull’Oglio (Bs)

    8 giugno
    MASSIMO DONÀ
    In principio era la gratuità (non il logos, e neppure l’azione)
    Biblioteca Comunale Cesare Cantù
    Corso Bonomelli, 37 - Rovato (Bs)
    (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la sala studio della Biblioteca)

    9 giugno
    STEFANO ZAMAGNI
    Perché la seconda modernità ha cancellato la categoria del dono?
    Auditorium Confartigianato
    Via Orzinuovi, 28 - Brescia

    10 giugno
    ENZO BIANCHI
    L’enciclica “Laudato sì” di Papa Francesco
    Auditorium S. Fedele
    Piazza Zamara - Palazzolo sull’Oglio (Bs)

    13 giugno
    ARMANDO SAVIGNANO
    Il dono dell’ospitalità. L’esilio come patria.

    Villa Suardi
    Via G. Camozzi - Ludriano di Roccafranca (Bs)
    (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa Parrocchiale sita in piazza Vittoria, 4)

    15 giugno
    GIANCARLO CASELLI
    Nient’altro che la verità. Dal terrorismo e dalle mafie alle agro-mafie
    Azienda Le Vittorie
    Via Vittorie, 11 – Villachiara (Bs)
    (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso l’Auditorium Aldo Moro, via Arnaldo da Brescia, 17 - Orzinuovi)
    Interverrà Ettore Prandini, Presidente Coldiretti Brescia e Lombardia

    17 giugno
    MICHELA MARZANO
    Dono contro-dono e sacrificio

    Villa Morando
    Via G. Calini, 9 - Lograto (Bs)
    (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa Parrocchiale Ognissanti sita in via Antonio Fratti, 19)

    19 giugno
    EDOARDO BONCINELLI
    La gratuità nell’uomo

    Cortile del Palazzo Municipale
    Piazza Giuseppe Garibaldi - Cologne (Bs)
    (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa SS. Gervasio e Protasio sita nella medesima piazza)

    21 giugno
    MASSIMO CACCIARI
    Gratuità

    Chiesa S. Maria Maggiore
    Via Alcide De Gasperi - Chiari (Bs)

    23 giugno
    UMBERTO CURI
    In cambio di nulla. Logica della retribuzione e logica della riparazione

    Castello di Meano
    Via Solferino - Corzano (Bs)
    (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa Parrocchiale S. Martino Vescovo, via Curzio)

    25 giugno
    JEAN-LUC NANCY
    Cosa resta della gratuità?

    Parco Giovanni Paolo II
    Entrata via Torbole e via Quasimodo - Castel Mella (Bs)
    (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso l’Auditorium G. Gaber sito in via Onzato, 56)

    28 giugno
    FRANCESCA NODARI
    Donare tempo o della gratuità

    Chiesa SS. Vito, Modesto e Crescenzia
    Via Roma - Barbariga (Bs)

    30 giugno
    ALESSANDRO MELUZZI
    La metafisica del dono e del perdono

    Teatro Comunale Le Muse
    Viale Aldo Moro, 109/a - Flero (Bs)

    1 luglio
    FRANCESCA RIGOTTI
    Grazia, dono e gratuità: un percorso pagano

    Parco Comunale
    Via Risorgimento - Paratico (Bs)
    (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Sala Consiliare in via Dell’Assunta)

    4 luglio
    CARLOS DIAZ
    Etica di Prometeo ed etica della gratuità

    Cortile della Pieve di S. Maria Maggiore
    Via Castello - Erbusco (Bs)
    (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa S. Maria Assunta sita nella medesima via)

    5 luglio
    MARC AUGÉ
    Per gratuità

    Piazza Vittorio Emanuele II - Orzinuovi (Bs)
    (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa S. Maria Assunta sita nella medesima piazza)

    7 luglio
    CHIARA SARACENO
    Assumere il rischio dell'azione gratuita: una scelta spesso necessaria

    Auditorium S. Barnaba
    C/so Magenta, 44/A - Brescia

    12 luglio
    MARCO VANNINI
    Senza perché

    Chiesa Santa Maria delle Grazie
    Via F. Galantino - Soncino (Cr)

    14 luglio
    REMO BODEI
    Grazia

    Azienda Le Vittorie
    Via Vittorie, 11 - Villachiara (Bs)
    Modererà l’incontro Nunzia Vallini, direttore del Giornale di Brescia

    15 luglio
    SALVATORE NATOLI
    La gratuità assoluta: amate i vostri nemici
    (Mt 5, 43)
    Centro Sportivo Comunale
    Via Molino Emili - Maclodio (Bs)

    8 luglio
    S. E. CARDINALE FRANCESCO COCCOPALMERIO
    La gratuità dell’amore di Dio, ossia la sua misericordia, soprattutto nel messaggio dei Profeti

    Piazzetta Zenucchini - Rovato (BS)
    (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa S. Maria Assunta antistante alla piazzetta citata)
    Alle ore 18.00, presso la Chiesa S. Maria Assunta, si terrà la S. Messa presieduta da S. E. Cardinal Francesco Coccopalmerio

    17 luglio
    MARIA RITA PARSI
    Il valore e disvalore della gratuità

    Palazzo Martinengo
    Via Martinengo, 15 - Orzivecchi (Bs)
    (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa SS. Pietro e Paolo sita nella medesima via)

    3 luglio - ore 18
    Cerimonia di proclamazione del vincitore della V edizione del
    Premio Internazionale
    di Filosofia/Filosofi Lungo L’Oglio. Un libro per il presente.
    Sala Franciacorta, Hotel Iseolago
    Via Colombera, 2/c - Iseo (Bs)

  • gratuità

    La sfida della gratuità

    In linea di continuità con i temi trattati nelle scorse edizioni, la nozione di gratuità, parola demodé nell’era del consumismo e dell’iperindividualismo, sembra quasi dimenticata dall’odierna società globalizzata. È sopravvissuto, se così si può dire, l’aggettivo gratuito che ha una trascrizione immediatamente economicistica e che sembra attrarre l’interesse dei più per il semplice fatto che questa o quella cosa non costa. Come dire anche la gratuità è stata risucchiata dalla logica del denaro, perdendo il suo significato originario. Non a caso si dice: quell’oggetto è ‘gratis’, non devo nulla. Al contrario la gratuità, nelle sue molteplici sfaccettature – sociologica, politica, fenomenologica, ermeneutica-esistenziale, morale, estetica, antropologica, teologica per citarne solo alcune – ha a che fare con un’asimmetria e più che a un fruire senza corrispondere alcunché rinvia a un dare senza alcuna pretesa di contraccambio. Come mostra il filosofo e teologo Maurice Bellet, che rinviene nella figura del Cristo la cifra antropologica prima ancora che religiosa di tale nozione, la gratuità non declina la fuga mundi, ma postula una piena intersoggettività. Invoca il micro dinanzi al macro, all’esorbitante, al troppo, al superfluo. Richiede un transito e un superamento del modello in cui siamo intrappolati. Essa è lì ad indicarci l’emergenza della crisi chiedendo di essere assunta come habitus individuale per contrastare il declino del nostro abitare. La gratuità è prepolitica: non si limita a segnalare un disagio, ma propone un pharmakon: «nel crescente smarrimento del mondo – osserva Bellet – con quella specie di buco nero che si annida nei nostri deliri di potenza e di produzione, si avverte con urgenza la necessità di un’iniziativa». Occorre che all’inerzia subentri la responsabilità, alla lassitudine la speranza, al «cancro dell’ebetudine» un nuovo inizio.

    In un mondo che risponde al principio di espansione (che incorpora le sfere del tecnologico e dell’economico), accanto ai mali dello sfruttamento – l’uomo sotto – e dell’esclusione – l’uomo fuori – si afferma un’altra modalità disumanizzante: l’uomo da nessuna parte ossia il soggetto sradicato, disorientato «sottomesso a un nuovo destino dissimulato sotto gli orpelli della pubblicità, il consumo e la moltiplicazione dei ‘giocattoli’ che la tecnica gli offre». L’uomo è sotto scacco. E l’umanità pure. Solo chi fa propria l’esperienza dialogica e relazionale può contribuire a battersi, con umiltà e audacia, per un nuovo inizio. Costoro sono, secondo Bellet, gli insorti: uomini e donne che tengono desta la coscienza, che non si rassegnano dinanzi ad uno scenario complesso e intricato.

    La gratuità, poi, ha profonde implicazioni con il dono il cui valore – secondo il celebre etnologo e antropologo francese Marcel Mauss – sta nell’assenza di garanzie per il donatore. Un’assenza che presuppone una grande fiducia negli altri. D’altro canto il dono è, secondo lo studioso, un fatto sociale totale, ossia un aspetto specifico di una cultura che è in relazione con tutti gli altri. Non a caso nel suo Donare il tempo. La moneta falsa, Jacques Derrida argomenta: «Se c’è dono, il donato del dono (ciò che si dona, ciò che è donato, il dono come cosa donata o come atto di donazione) non deve ritornare al donante.[…] Non deve circolare, non deve scambiarsi, non deve in ogni caso essere esaurito, in quanto dono, dal processo dello scambio, dal movimento della circolazione del circolo nella forma del ritorno al punto di partenza. Se la figura del circolo è essenziale all’economico, il dono deve rimanere aneconomico».

    Ma la parola gratuità chiama in causa anche il delirio di onnipotenza dei molti – gli riusciti secondo Bellet –, impone la distinzione tra mero solidarismo da un lato, carità e misericordia dall’altro. Per chi crede, rinvia alla grazia ed ha molto a che fare con la sofferenza, la passività, l’attenzione, la pazienza, l’elezione, la croce, la salvezza, il distacco proprio dell’uomo nobile – direbbe Meister Eckhart – o la beata aghnosìa, ovvero quel «non sapere» che è libertà dalle opinioni, libertà dai contenuti, signoria dell'identico e del diverso.

    La gratuità è saper ringraziare, che è un pensare: «Denken ist Danken» sosteneva Heidegger. Oggi, invece, dire grazie sembra un dettaglio di poco conto. E la gratitudine un che di accessorio. L’egoismo rende indifferenti, e l’indifferenza ci rende dimentichi dell’Altro. Eppure, come scrive il celebre poeta F. Hörderlin, citato dallo stesso filosofo tedesco nel saggio: La questione della tecnica, potremmo concludere che proprio «dove c'è pericolo cresce anche ciò che salva».

    E poiché «ogni essere umano, in quanto essere umano, è competente in fatto di umanità», nessuno può sottrarsi all’urgenza palpabile «di una rifondazione, di una nuova partenza» che sia in grado di andare al di là del sincronismo di un’immanenza dove «niente è gratuito» e sappia cogliere nello stare dell’istante il «lasso di tempo» o il «frattempo» della diacronia.

    Francesca Nodari
    Presidente Fondazione Filosofi lungo l’Oglio
    Direttore Scientifico Fondazione Filosofi lungo l’Oglio


I FILOSOFI E LE SERATE


5 Giugno - ore 21:15Domenico De Masi

5 Giugno - ore 21:15
Domenico De Masi

Una semplice rivoluzione

Auditorium S. Fedele - Piazza Zamara
Palazzolo sull’Oglio (Bs)

8 Giugno - ore 21:15Massimo Donà

8 Giugno - ore 21:15
Massimo Donà

In principio era la gratuità (non il logos, e neppure l’azione)

Biblioteca Comunale Cesare Cantù
Corso Bonomelli, 37 - Rovato (Bs)
(in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la sala studio della Biblioteca)

9 Giugno - ore 21:15Stefano Zamagni

9 Giugno - ore 21:15
Stefano Zamagni

Perché la seconda modernità ha cancellato la categoria del dono?

Auditorium Confartigianato
Via Orzinuovi, 28 - Brescia

10 Giugno - ore 21:15Enzo Bianchi

10 Giugno - ore 21:15
Enzo Bianchi

L’enciclica “Laudato sì” di Papa Francesco

Auditorium S. Fedele
Piazza Zamara - Palazzolo sull’Oglio (Bs)

13 Giugno - ore 21:15Armando Savignano

13 Giugno - ore 21:15
Armando Savignano

Il dono dell’ospitalità. L’esilio come patria.

Villa Suardi
Via G. Camozzi - Ludriano di Roccafranca (Bs)
(in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa Parrocchiale sita in piazza Vittoria, 4)

15 Giugno - ore 21:15Giancarlo Caselli

15 Giugno - ore 21:15
Giancarlo Caselli

Nient’altro che la verità. Dal terrorismo e dalle mafie alle agro-mafie

Azienda Le Vittorie
Via Vittorie, 11 – Villachiara (Bs)
(in caso di pioggia l’incontro si terrà presso l’Auditorium Aldo Moro, via Arnaldo da Brescia, 17 - Orzinuovi)
Interverrà Ettore Prandini, Presidente Coldiretti Brescia e Lombardia

17 Giugno - ore 21:15Michela Marzano

17 Giugno - ore 21:15
Michela Marzano

Dono contro-dono e sacrificio

Villa Morando Via G. Calini, 9 - Lograto (Bs) (in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa Parrocchiale Ognissanti sita in via Antonio Fratti, 19)

19 Giugno - ore 21:15Edoardo Boncinelli

19 Giugno - ore 21:15
Edoardo Boncinelli

La gratuità nell’uomo

Cortile del Palazzo Municipale
Piazza Giuseppe Garibaldi - Cologne (Bs)
(in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa SS. Gervasio e Protasio sita nella medesima piazza)

21 Giugno - ore 21:15Massimo Cacciari

21 Giugno - ore 21:15
Massimo Cacciari

Gratuità

Chiesa S. Maria Maggiore
Via Alcide De Gasperi - Chiari (Bs)

23 Giugno - ore 21:15Umberto Curi

23 Giugno - ore 21:15
Umberto Curi

In cambio di nulla. Logica della retribuzione e logica della riparazione

Castello di Meano
Via Solferino - Corzano (Bs)
(in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa Parrocchiale S. Martino Vescovo, via Curzio)

25 Giugno - ore 21:15Jean Luc Nancy

25 Giugno - ore 21:15
Jean Luc Nancy

Cosa resta della gratuità?

Parco Giovanni Paolo II
Entrata via Torbole e via Quasimodo - Castel Mella (Bs)
(in caso di pioggia l’incontro si terrà presso l’Auditorium G. Gaber sito in via Onzato, 56)

28 Giugno - ore 21:15Francesca Nodari

28 Giugno - ore 21:15
Francesca Nodari

Donare tempo o della gratuità

Chiesa SS. Vito, Modesto e Crescenzia
Via Roma - Barbariga (Bs)

30 Giugno - ore 21:15Alessandro Meluzzi

30 Giugno - ore 21:15
Alessandro Meluzzi

La metafisica del dono e del perdono

Teatro Comunale Le Muse
Viale Aldo Moro, 109/a - Flero (Bs)

1 Luglio - ore 21:15Francesca Rigotti

1 Luglio - ore 21:15
Francesca Rigotti

Grazia, dono e gratuità: un percorso pagano

Parco Comunale
Via Risorgimento - Paratico (Bs)
(in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Sala Consiliare in via Dell’Assunta)

4 Luglio - ore 21:15Carlos Diaz

4 Luglio - ore 21:15
Carlos Diaz

Etica di Prometeo ed etica della gratuità

Cortile della Pieve di S. Maria Maggiore
Via Castello - Erbusco (Bs)
(in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa S. Maria Assunta sita nella medesima via)

5 Luglio - ore 21:15Marc Auge

5 Luglio - ore 21:15
Marc Auge

Per gratuità

Piazza Vittorio Emanuele II - Orzinuovi (Bs)
(in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa S. Maria Assunta sita nella medesima piazza)

7 Luglio - ore 21:15Chiara Saraceno

7 Luglio - ore 21:15
Chiara Saraceno

Assumere il rischio dell'azione gratuita: una scelta spesso necessaria

Auditorium S. Barnaba
C/so Magenta, 44/A - Brescia

12 Luglio - ore 21:15Marco Vannini

12 Luglio - ore 21:15
Marco Vannini

Senza perché

Chiesa Santa Maria delle Grazie
Via F. Galantino - Soncino (Cr)

14 Luglio - ore 21:15Remo Bodei

14 Luglio - ore 21:15
Remo Bodei

Grazia

Azienda Le Vittorie
Via Vittorie, 11 - Villachiara (Bs)
Modererà l’incontro Nunzia Vallini, direttore del Giornale di Brescia

15 Luglio - ore 21:15Salvatore Natoli

15 Luglio - ore 21:15
Salvatore Natoli

La gratuità assoluta: amate i vostri nemici (Mt 5, 43)

Centro Sportivo Comunale
Via Molino Emili - Maclodio (Bs)

16 Luglio - ore 21:15Cardinale Francesco Coccopalmerio

16 Luglio - ore 21:15
Cardinale Francesco Coccopalmerio

La gratuità dell’amore di Dio, ossia la sua misericordia, soprattutto nel messaggio dei Profeti

Piazzetta Zenucchini - Rovato (BS)
(in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa S. Maria Assunta antistante alla piazzetta citata)
Alle ore 18.00, presso la Chiesa S. Maria Assunta, si terrà la S. Messa presieduta da S. E. Cardinal Francesco Coccopalmerio

17 Luglio - ore 21:15Maria Rita Parsi

17 Luglio - ore 21:15
Maria Rita Parsi

Il valore e disvalore della gratuità

Palazzo Martinengo
Via Martinengo, 15 - Orzivecchi (Bs)
(in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Chiesa SS. Pietro e Paolo sita nella medesima via)

Informazioni aggiuntive

Ultima modifica il Lunedì, 27 Giugno 2016 22:30
VIDEO
  • credito cooperativo di brescia
  • Despar

    Twitter

    filosofilungologlio (@f_lungologlio)

    Il beau geste,l'atto per l'atto può cambiare il mondo #MariaRitaParsi #filosofilungologlio

    filosofilungologlio (@f_lungologlio)